BEATA TE... TE DORMI

Beata te... te dormi... come fai...
Ar monno nun c'è donna più 'ncosciente
li buffi c'hanno invaso tutta casa
e tu stai li, che dormi, come gnente!
So' già le tre, nun c'è 'n filo de luce
e io nun pijo sonno, nun c'ho pace
e sto a discute sempre cor cuscino come 'n cretino
mentre te dormi... dormi e te ne freghi.
Nun ce voi ave' pensieri, c'hai artro pe' la testa,
tu te voi vesti' bene
pe anna' giranno co' l'amiche sceme
e l'affitto, er telefono, er cane?
La rata dell'armadio a cento ante pe' li vestiti tua?
E la cambiale della millecento?
Nun ne parlamo proprio, va... va... va...
Nun hai allattato manco er ragazzino,
"Me cala er seno - dicevi - ce so' le balie 'e già,
io penso a tutte quante le rotture e tu?
A le smajature! (colpo di tosse)
Ah, t'ho svejata, t'ho rovinato proprio er primo sonno,
me perdoni signora se ho tossito...
Me scusi tanto se l'ho disturbata...
...............
Ma va' a mori' ammazzata!