CHE FINE HAI FATTO CANTAUTORE


Un insulto lungo una vita,
una maschera da poeta
senza mai esserlo;
hai parlato di cose serie,
poi cantato le tue miserie
tirate a lucido.
E quanti calci alla buona fede
di chi ancora ti ascolta e crede
con la sua ingenuità
generoso, ma solo a un patto
che un fotografo col suo scatto
fissi la tua bontà.
Che fine hai fatto cantautore
non hai più niente da raccontare
e sentimenti, tu dici solo banalità.
Che fine hai fatto cantautore
fissi un prato e poi canti il mare,
da troppo tempo ti confondi pure tu.
La tua storia in un colpo d'ala,
come il tempo di una cicala,
nasce già e non c'e' più.
Sei partito e ti sei fermato,
il successo ti ha imborghesito
sei perso pure tu.
E della vita non sai che dire
ne sai meno di chi la vive
e non la canta mai.
Tu racconti di essere artista
ti interessano i soldi e basta
sai come venderti
Che fine hai fatto cantautore
quante cose volevi dire
e invece hai fatto qualunque cosa
pensando a te
Che fine hai fatto cantautore
la tua poesia già muore
se mai c'è stata poesia
dentro di te.
Che fine hai fatto cantautore
la tua poesia già muore
se mai c'è stata poesia
dentro di te.