MORIREMO ‘NZIEME

Quanno io sarò vecchio
e leggerò le tue lettere d'amore
accanto ar foco
rivedrò co' la mente a poco, a poco,
li giorni 'n cui t'amai.
Li baffi appassiranno sotto ar pianto
mentre ricorderò quel tempo lieto
e a te ripenzerò nel mio segreto
se la memoria non sarà annata ar vento.
Te sembrerà de sentì la voce mia
tra le lame der vento dell'inverno
me sentirai gridà la notte e er giorno
la nostra vita è stata 'na pazzia.
Ritorneranno l'attimi sereni
co' la mia mente zeppa der mio bene
vecchietta bella mia ritorna vieni
strignete a me che moriremo 'nzieme.